Traffico di cuccioli

Traffico di cuccioli da mettere sotto l’albero, pronti per trasformarsi in regali di Natale per bimbi e fidanzate. Ideali per farsi un bel selfie da postare su Instagram, per avere un po di like da amici veri o virtuali. Cuccioli che ogni tanto, per fortuna, vengono intercettati in frontiera, azzerando, per una volta, il guadagno dei trafficanti.

Sono più di vent’ani, con un crescendo incredibile, che i trafficanti di cuccioli, con le loro fabbriche, si arricchiscono sulle spalle degli animali. Grazie alla complicità degli acquirenti, che oramai solo in minima parte possono dirsi inconsapevoli. Troppe notizie dalle cronache, facili ricerche sulla rete tolgono la patina di vittime inconsapevoli agli acquirenti.

La realtà nuda e cruda è che molte persone cercano di comprare il cane, nemmeno di razza perché senza pedigree, al prezzo migliore. In questo modo si comportano come i clienti del mercato dei falsi: quelli che comprano finte griffe pur di poterle esibire. Per poter praticare l’ostentazione di un lusso che non si possono permettere. Ma gli animali non son borsette o orologi.

Sequestrati 27 cuccioli di bulldog francese a Tarvisio

Oramai bulldog francesi e carlini sono in testa alla classifica dei cani più richiesti dal mercato e più venduti dai trafficanti. Cuccioli sempre più giovani, come li vuole il mercato. Cani che hanno il muso sempre più schiacciato per piacere agli acquirenti, che pensano di comprare un peluche, non un essere vivente.

Se ci fosse un poco più di rispetto per gli animali i trafficanti di cuccioli avrebbero già chiuso bottega, ma così non è. Per questa ragione si stima che ogni anno i paesi della vecchia Europa siano attraversati da un fiume in piena di cuccioli dell’Est.

Così a Tarvisio, durante un controllo stradale, un cittadino brasiliano è stato fermato con il baule pieno di bulldog francesi, ben 27. Viaggiava su una Mercedes Classe C, non proprio l’utilitaria di un disperato. Con il suo carico di cani che in Italia gli avrebbe reso più di 15.000 Euro, a rischio quasi zero. Con un guadagno esentasse di circa 13.500 Euro. Il suo personale regalo di Natale.