L'allevamento dei visoni secondo alcuni è eco-compatibile

L’allevamento dei visoni secondo alcuni è eco-compatibile

L’allevamento degli animali da pelliccia rappresenta una crudeltà che andrebbe e potrebbe essere immediatamente eliminata, non avendo altro scopo che maltrattare animali per realizzare capi di vestiario. Un’impresa agricola basata unicamente sulla crudeltà nei confronti degli animali, per modalità di allevamento, stabulazione e metodi di soppressione. Per questo contro le pellicce e gli allevamenti si battono da molto tempo tutte le maggiori organizzazioni di protezione degli animali, sia a livello nazionale che internazionale.

Questa inserzione invece è comparsa su un giornale edito con soldi pubblici dalla Regione Lombardia, la testata “Lombardia verde”, che evidentemente ha ritenuto il contenuto della pubblicità perfettamente corrispondente alla linea editoriale del giornale.
Bisogna poi aggiungere che questa pubblicità diffonde contenuti falsi: gli allevamenti di animali da pelliccia sono tutto fuorchè “ecocompatibili”, così come dimostrano, ad esempio, le proteste dei residenti che hanno la sfortuna di abitare vicino a un allevamento di visoni.

La Regione Lombardia è sempre stata una realtà con un senso ambientale e con un rispetto per i diritti animali molto basso, cosa che dimostra frequentemente in materia venatoria, però il buon gusto avrebbe dovuto impedire la pubblicazione dell’inserzione della AIAV (Associazione Italiana Allevatori Visoni).

Condividete questo post per far conoscere ai cittadini il livello di qualità delle pubblicazioni edite dalla Regione Lombardia con i soldi dei contribuenti: una vergogna.

Non scrivete insulti o minacce: oltre ad essere bloccati farete fare la solita figura degli estremisti invasati a chi difende, correttamente, i diritti degli animali. Pensateci prima di commentare.